mercoledì 10 febbraio 2010

Paranormal Activity: che delusione!



"Il film più spaventoso della storia. Il film che ha terrorizzato l'America. Il film che vi spaventerà, che ci spaventerà. Non riuscirete a dormire."
...Al pensiero dei soldi sprecati!!!

Io davvero non so come si possa fare certa pubblicità a un film e metterlo in circolazione sperando che dopo averlo visto, il pubblico non dica niente!!! Da amante del cinema so di certo che non ci si deve MAI fidare al 100% di un trailer, ma in questo caso ho voluto dare una possibilità a un genere ormai morto e sepolto, è proprio il caso di dirlo, da tempo: l'horror, che al giorno d'oggi difficilmente ci offre film degni di essere chiamati tali.
Raramente mi occupo di recensioni di pellicole, sopratutto a quasi una settimana dall'uscita nelle sale, ma vi assicuro che Paranormal Activity è una delle truffe cinematografiche più grandi della storia.
Un low-budget movie alla Blair Witch (che è un capolavoro, al confronto) prodotto con 15.000 dollari che ha "sconvolto" milioni di pirla statunitensi che così reagivano nelle sale: (comincio a pensare che fossero pagati, ecco spiegati i 15.000 dollari)



86 minuti di nulla assoluto, giusto un po' di suspance nelle poche scene tensive, e davvero poco horror se non fosse per gli ultimi 30 SECONDI di film, che spòilero subito:

Telecamera fissa in camera da letto, sempre al buio, tutto al buio, porta aperta che da sulle scale: la protagonista femminile viene attirata di sotto dal demone, al che si lancia in un grido che sveglia il fidanzato, che si precipita di sotto (telecamera sempre fissa in camera) e si mette a urlare alla vista di chissà cosa. A un certo punto riappaiono sulla porta e la tipa ormai posseduta (o IMPOSSESSATA, come diceva uno seduto accanto a me) scaraventa il tipo contro la videocamera, e prima di spegnerla con veemenza si lancia in una tipica espressione indemoniata.

Rabbrividiamo. Voto 4. Consigliato, no. Neanche in dvd.

ARIDATEME LI SORDI.

5 Commenti!! Fatti sentire!:

Anonimo ha detto...

Si infatti io sono andato e sono rimasto deluso anche io


raff

Luca ha detto...

Evidentemente chi non segue il genere non ha chiavi di lettura per interpretarne la visione.
Il marketing massiccio che ne è stato fatto ha attirato nelle sale pubblico che pagava solo per spaventarsi e fare la prova di coraggio, rimanendone chiaramente deluso. Non è un film per tutti.
Io l'ho trovato uno dei migliori horror di questo inizio millennio. Ho apprezzato il taglio marcatamente amatoriale (che ricorda molto i cortometraggi no-budget e diversi b-movie anni '70) e l'ambientazione casalinga.
Le critiche al "nulla" cui sarebbe riempita la trama in realtà non colgono nel segno. E' il cinema degli ultimi anni che ci ha abituati a trame semplici, poco psicologiche e dai ritmi molto sostenuti, perché chi oggi va al cinema lo fa per svagarsi.
Invece a me è parsa netta l'evoluzione (o meglio, l'attualizzazione) rispetto al classico "horror esorcistico".
Evito di scendere più nel dettaglio per non essere troppo prolisso, ma evitate di andarlo a vedere se vi siete fatti convincere dalle notti insonni di Spielberg.

Anonimo ha detto...

Uhm.. non conosco il film in questione, e comunque non amo il genere...l'ultimo film che ho visto fu quella stronzata di The Grudge, e per 3 giorni mi vedevo bambini giapponesi che giravano casa casa (questo la dice lunga sulla mia impressionabilità...) però anche tu... andare a dare i soldi (e macari belli soddi) al warner quando se aspetti un pò tra mascalucia e S.G. La Punta (il caro vecchio centrale) vedi film a costo irrisorio... potevi aspettare:):)

buona domenica,
Giuseppe

Gaetano ha detto...

@ Luca: l'horror è horror. Senò lo chiami trhriller psicologico o come vuoi. L'horror, come dicevo, è morto e sepolto, anzi, è sotto forma di zombie.
Dario Argento, Craven, e tutti gli altri sono finiti da tempo. Perfino "Drag me to hell", dallo stesso registra de "La Casa", non è stato questo granchè.
Paranormal NON E' un horror, punto. Sicuramente non ci sono andato per il trailer ma per pura curiosità.

@Giuseppe: ho la student card quindi comunque è ridotto, e per comodità mia personale che vado al warner, se no, Planet tutta la vita.
Il Centrale è un mito di cinema, tutti noi del Catanese ci siamo legati anche a livello affettivo... se non fosse innaccessibile per quelli alti + di 1.70, e se non fosse per il malosangue che ti fanno quei vecchi all'entrata XD

Anonimo ha detto...

Ah beh.. allora qualcosina avrai risparmiato, pur restando deluso.. meglio così :)

Uhm.. però strano.. sarà che mi accontento o mi compatto... ma io che sono alto 1,81 al centrale ci sono sempre stato comodo :D:D:D

Buona Giornata,
Giuseppe

Posta un commento

Rock(S)politik with...

USA LA BICI

Creative Commons License Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons Ariticolo 21

Free Blogger
eXTReMe Tracker

Post di rilievo per argomento

Promozione apertura Gev

Ecologia

Politica e spolitica

East Side Stories
Cultura e Scultura

Povera Italia
Template by KangNoval & Abdul Munir | blog Blogger Templates