sabato 2 febbraio 2008

S.Agata non sa più A CHE SANTO VOTARSI

...Perchè l'ipocrisia che ha visto scorrere di anno in anno sulla piazza ai suoi piedi, è stata e continua ad essere di proporzioni enormi.
In precedenti post ho puntato il dito (giustamente) sui responsabili POLITICI di molti aspetti che non vanno bene nella mia Città, e adesso anche, probabilmente! Perchè è di pochi giorni fà la "notizia"(!) che da 7 anni (7anni??? mmm...) la mafia controlla commercio, ritmi, tempi, e logistica di quella che è la TERZA FESTA RELIGIOSA AL MONDO per partecipazione e popolarità. L'indagine su questo coinvolgimento, condotta dalla DIA, ha visto coinvolto, pensate, anche Pietro Diolosà, presidente fino a tre anni fa del circolo cittadino Sant'Agata, l'associazione di "devoti" che ha un ruolo importantissimo nella realizzazione della festa.
Una festa che dovrebbe essere dei cittadini E NON DEI MAFIOSI, una festa il cui commercio collaterale deve essere SOLO un contorno e non IL CENTRO.
Stà di fatto che i venditori ambulanti (ovviamente abusivi, dei quali qualcuno dei nostri politici è forte DIFENSORE) spuntano come i funghi per le vie della processione del Fercolo della "Santuzza", e anche che guardacaso, la processione finisce ogni volta sempre più tardi.
Da 10 anni a questa parte, infatti, è passata da due a tre giorni di durata. Il 4, c'è il giro "esterno", cioè vengono percorsi quelli che una volta erano i limiti del centro urbano di Catania, e il 5 c'è il giro "interno", in cui il Fercolo percorre buona parte della Via Etnea.
Mi spiego. Giorno 4 si parte alle 8 di mattina e allo stesso orario del giorno dopo si ritorna in Cattedrale (24 ore per percorrere non più di 10 km di giro). Non si fa in tempo a riporre il Busto Reliquiario nel Duomo per il Solenne Pontificale della mattina, che alle 5 del pomeriggio, dopo i "botti" (spettacolo pirotecnico, per il quale anche lì c'è la "piovra" che stabilisce appalti, costi, durata e tutto il resto), si riparte per percorrere avanti e indietro Via Etnea, operazione che culmina alle 5 del mattino di giorno 6, con la Salita di via di Sangiuliano, una salita ripidissima (e se piove, scivolosissima) che, dopo 35 ORE DI PROCESSIONE sulle spalle, i "fedeli" devono accollarsi. Certo, sia loro che quelli che portano le candelore si alternano in tutto questo tempo, ma è comunque uno sforzo notevole.
Orari ASSURDI da sostenere, che hanno portato, 3 anni fa, alla morte di uno dei Devoti, schiacciato dalla folla e dal Fercolo che, di corsa, affrontava la salita di Sangiuliano. Un segno "dal cielo"?? Uno "smettetela" da parte di qualcuno lassù??
Ma di tutto questo, i mafiosi che organizzano la loro festa di soldi e non certo di fede, se ne fregano altamente, a quanto pare.

E stavolta, I COMPLICI SIAMO NOI. Quindi, visto che, nonostante tutti gli articoli sul coinvolgimento della mafia nella Festa di S. Agata, i servizi in tutti i TG nazionali (il che da ulteriore LUSTRO a Catania, come se non bastasse l'immagine che già la nostra amministrazione pensa a dare in giro), visto lo sgomento di chi "non voleva sapere" ma ora è costretto a sapere, invito tutti i Catanesi e chiunque voglia recarsi alla festa, a:

NON COMPRARE CERI (S.Agata merita che i fedeli la rispettino, e il rispetto non è portare ceri pagati ai commercianti della mafia) NON COMPRARE NIENTE ALLE BANCARELLE (so che è difficile resistere alle varie leccornie, ma quanti morti ci vogliono per farle??) INSOMMA.... NON ESSERE COMPLICI DELLO SCHIFO CHE CI CIRCONDA!!!

Secondo me la Santa apprezzerà. E infine, invito tutti coloro che durante l'anno per le nostre strade, non fanno altro che I DELINQUENTI, di evitare di mettersi il classico "sacco", il Saio tipico che si indossa per S.Agata.
Quello è DEI FEDELI. I vosti peccati non credo saranno perdonati se per un giorno fate finta di essere buoni. E portare i ceri da 100 chili non vi redimerà certo.
E chissà, forse Sant'Agata è d'accordo con me, perchè quando la folla dei "religiosi dell'ultimo minuto" scompare, e la Cattedrale rimane vuota, mi soffermo a leggere una scritta che non ha bisogno di traduzioni, presente su uno dei muri della Chiesa, e che dice:
NOLI OFFENDERE PATRIAM AGATHE.

C'è chi questa città l'ha offesa riducendola com'è adesso, e c'è chi lo fa la sua ipocrisia da "buon cristiano", ma solo per i giorni della Festa.
Post successivi a questo: S.Agata 2009 - S.Agata 2010

16 Commenti!! Fatti sentire!:

Snapshot83 ha detto...

Infatti da anni oramai non vado più a vedere da vicino la festa.. Perchè solo il 10% dei devoti è davvero fedele.. il resto è pura MAFIA e fare il canto delle Clarisse alle 8.30 è ASSOLUTAMENTE SCANDALOSO...
Dopo 2 anni funesti, alla fine sono riusciti a fare sempre di testa loro e a far durare per tre gg la festa..
Assurdo..
Comunque felice di conoscere il tuo blog e spero di vederti alla cena venerdì...

Snapshot83

Gaetano ha detto...

Eheheh certo!! ;)

ilcatanese ha detto...

Le discussioni e le polemiche che ogni anno piovono sulla festa di S. Agata sono innumerevoli e sempre più pesanti.
Hai parlato del lato mafioso e come sia capace di deturpare i pochi aspetti rimasti religiosi della festa. Io oramai da diversi anni seguo con giustificata devozione, partecipando con il classico "sacco bianco"...anche se a volte non mi trovo a mio agio indossandolo(perché noto un'eccessiva ipocrisia in molti dei partecipanti).
Quest'anno, dopo aver assistito all' esasperante pausa che è stata imposta al fercolo nei pressi del "Giardino Bellini" mi sono incamminato lungo la via Etnea fino a che giunto quasi in piazza Cavour svoltai per via A. Longo; li arrivato sul ciglio del portone di una chiesa incontrai una giovane suora che immediatamente e senza avermi neanche dato l'occasione di parlare, mi accolse e mi spiegò il suo significato della festa di S. Agata...alcune sue parole mi rimasero impresse, facendomi capire che forse non tutta la festa era diventata pagana.
Mi disse << la festa di S. Agata, tra le più seguite al mondo, è una festa "popolare" e pertanto alcuni dei suoi particolari sono che viene vissuta dal popolo d'ISTINTO, senza ragionarci troppo...le frasi che sentiamo echeggiare, citate da persone con animi così diversi, sono tutte (o quasi) gridate per istinto, per lo stesso per cui si incendiano gli animi vedendo passare la Santa Patrona per le nostre strade>>...allora la conclusione che io trassi dalle sue parole, è che mai più permetterò a qualche altro "devoto" indecente di rovinare l'ardore che sento dentro...vivendo anch'io d'ISTINTO...(certo...poi c'è istinto!?! e ISTINTO.)
Scusa per la digressione...Ciao da: http://ilcatanese.blogspot.com

Anonimo ha detto...

stronzate su stronzate

Gaetano ha detto...

allora forza, dille tu le cose intelligenti.

Anonimo ha detto...

sono un socio del circolo S'AGATA.Vivo il circolo 365 giorni l'anno.MI deprime sentir dire in giro che al circolo c'e la mafia,mi fa star male.Per quanto mi riguarda la gente nn sa che il circolo lavora e fatica tanto per portare a compimento una festa ce anche per noi e diventata pesante nei giorni che vanno a cavallo dall 8 dicembre al 12 febbraio,ma ela nostra padrona e andiamo avanti anche quando la gente ci prende per mafiosi.il circolo nn è una persona e come si dice a catania di tutta l'erba nn se ne faun fascio.

ludy.. ha detto...

puo essere anche vero che ce mafia(anche se io nn ci credo)ma ki e vero cristiano ed e devoto veramente della santa nn ci interessa quello che fanno gli altri continua a mantenere le tradizioni...e continua ad essere fedele a s.agata..

Salvatore ha detto...

Gentilissimi devoti e non,
trovo nelle frasi di voi tutti, amarezza, delusione, e anche un pò di rassegnazione a tutto lo schifo che vuole avvinghiare la Santa Patrona. Ricordiamo sempre che nel cuore di ognuno di noi S. Agata è la Vergine e Martire che ci protegge appena apriamo gli occhi al mattino, ci conduce per la retta via, facendoci affrontare giornate difficili di lavoro e la sera quando appoggiamo le spalle nel letto, la sicurezza di poter dormire serenamente, pronti per affrontare un nuovo giorno. Pensiamo a Lei, al suo martirio, alla nostra fede, che non è mafiosa ma orgogliosa di essere devoto alla Santuzza. Viva S.Agata.

Anonimo ha detto...

cari amici,sono un devoto ex circolo di SANT'AGATA e'sono appunto un ex perche'da 9-10 anni a questa parte ("dalla gestione di certa gente di cui non faccio nomi ma mi limito a dire che tali persone sono indagate dalla magistratura") al circolo fanno parte persone che di cristiani e di devozione non hanno nulla ed e'inutile che si dispiacciano quando leggono che la festa e'circondata da mafiosi,perche'che non c'e'la mafia lo dite voi che siete solo lo 0,001% della popolazione catanese,tutto il resto lo pensano e lo sanno,VERGOGNA ormai vi siete impadroniti di questa festa che potete godervi solo voi addirittura vantandovene,in che senso? ve lo dico subito VERGOGNOSI,MI TROVAVO AL FORTINO DENTRO IL CORDONE ALLE 5.00 DEL MATTINO DURANTE I FUOCHI,E SENTO INVOLONTARIAMENTE IL COMMENTO DI DUE DEVOTI CHE VANTAVANO IL FREGGIO DEL CIRCOLO DI SANT'AGATA,UNO DICEVA HAI NOTATO CHE SIAMO QUASI TUTTI DEVOTI IN PIAZZA?E L'ALTRO GRANDE DEVOTO RISPONDEVA E NON E' MEGGHIU' ACCUSSI PUTEMU FARI ZOCCHU SPACCHIU VULEMU A GENTI SA STARI A CASA CHE FIGGHI CUCCATI U FOCU NU GUDEMU NUAUTRI HAHAHAHAHAHA.VERGOGNATEVI DEVOTI COL SACCO MA NON DI FATTO.....NON MI VA DI SCRIVERE PIU' NIENTE,VOLEVO SOLO RICORDARE A QUESTO DEVOTO CHE FORSE 15 ANNI FA QUANDO LUI ERA UN BAMBINO AVRA' AVUTO L'EMOZIONE CHE VORREBBERO AVERE ALTRI BAMBINI DI VEDERE I FUOCHI ALLE 22:00 PM COME HA FATTO LUI ....VERGOGNA

Anonimo ha detto...

leggetevi qst articolo!!
parla di quella gente-spazzatura che disonora la festa di s.agata
http://www.step1.it/index.php?id=5127-io-videosoldato-al-fronte-agatino

giuseppe ha detto...

Chi ama veramente la santuzza catanse da vero cristiano che crede in DIO bisogna perdonare , ma praticare la giustizia e non la vendetta,
Dal punto di vista antropologico necessita studiare e approfondire il fenomeno fatto di riti , di potere , di politica e quant'altro.

Lele ha detto...

Ma c'è anche tanta gente per bene anche se non credente, che vorrebbe essere libera di girare per la propria città e non vederla bloccata per tre giorni, quando si potrebbe pregare in Chiesa

Anonimo ha detto...

Caro Osama, Fai saltare questa sicilia? o gli italiani non pagano bene come gli americani?

Lele ha detto...

Ma avete visto che gente sono i "devoti"?

Anonimo ha detto...

Ciao, io sono devotissimo ad Agata, per me è come una sorella, e anche io ho fatto giuramento a me stesso di non andare più in quella festa, e non indossare più un sacco che non è più simbolo di Devozione ma di malandrineria, che certamente non piace ad Agata, e se non piace a lei, sicuramente non può piacere manco a me, perchè le voglio bene, da tempo ormai quando viene la sua festa, accendo un cero in una chiesa, una piccolina, magari vuota, cerco la sua presenza nel silenzio, e la ringrazio e le chiedo di intercedere per me,riflettendo come posso imitarla e quali valori m'insegna la sua vita, per me quella è la vera devozione a una Santa, a una Sorella... da tutto il resto penso che Agata sia molto ma molto lontana... perchè sdegna certi comportamenti, che a noi, guai a farci notare, ma che a lei faranno sicuramente schifo. da Tony

Anonimo ha detto...

cmq i portatori delle candelore non si alternano MAI!!!!!!

Posta un commento

Rock(S)politik with...

USA LA BICI

Creative Commons License Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons Ariticolo 21

Free Blogger
eXTReMe Tracker

Post di rilievo per argomento

Promozione apertura Gev

Ecologia

Politica e spolitica

East Side Stories
Cultura e Scultura

Povera Italia
Template by KangNoval & Abdul Munir | blog Blogger Templates